In evidenza

Telefono Donna 

è nato l'8 marzo 1992, per iniziativa di Stefania Bartoccetti. Tramite l'ascolto telefonico ha offerto il suo aiuto alle donne e alle famiglie in difficoltà, affrontando i più disparati tipi di disagio: dalla crisi esistenziale, a quella domestica, alla depressione alla solitudine, dai problemi di comunicazione all'interno e al di fuori della famiglia, ai problemi di ordine legale o psicologico legati alla separazione o al divorzio, fino ai casi di maltrattamento e di violenza psicologica.


grafico

Oltre 91.000 casi

provenienti da tutta Italia, sono stati risolti grazie all'intervento delle volontarie e delle specialiste dedicate al servizio.

E' un'associazione

di volontariato regolarmente iscritta al registro regionale dedicato, oltre a quello di solidarietà familiare, fa parte del CNDI (Consiglio Nazionale Donne Italiane) ed è affiliata del Conseil International des Femmes (ONU). La sede di ascolto è ubicata all'interno dell'Azienda Ospedaliera Niguarda Ca' Granda di Milano per fornire, oltre ai consueti servizi, una puntuale assistenza specialistica per qualsiasi richiesta sanitaria.
 

Sportello Stop Stalking

Telefono Donna ha attivato due sportelli anti-stalking all'interno del progetto Stop Stalking: uno presso la sede dell'Associazione, all'interno dell' A.O. Niguarda Ca' Granda (telefono 02.366.688), l'altro presso l'Ospedale Manzoni di Lecco (telefono 0341.086.888).
Lo sportello anti-stalking offre, oltra all'ascolto, colloqui gratuiti con esperti, accoglienza, sostegno psicologico e legale alle vittime, facendo prender loro coscienza della serietà delle persecuzioni subite, identificando la tipologia dello stalker e la gravità delle sue azioni, fornendo consigli su come raccogliere le prove della persecuzione e avviare l'iter processuale.




L' Associazione ha definito le seguenti regole per difendersi dallo stalking:

Informati
Informati sulle associazioni, i centri, le strutture che operano contro lo stalking per contrastare le azioni di stalking e tutelarti.

Parla
Se riesci a parlare della tua situazione aiuti a dare un nome ai fatti e a riconoscere il reato di stalking. Denuncia lo stalker per tornare a essere libera di agire e vivere.

Chiedi assistenza
Ti liberi dallo stalking quando chiedi aiuto e ti confronti con altre persone; se condividi la tua esperienza trovi la forza e lo stimolo per rinascere.

Allontanati
Lo stalker pianifica la sua azione; contro lo stalker pianifica la tua controazione; evita qualsiasi contatto con lo stalker; sìi più razionale che emotiva; accetta la realtà per cambiarla.

Sii prudente
Conserva lucidità e attenzione, dimostra allo stalker che non sei la sua preda: se lui ti considera una sua “cosa”, tu afferma la tua persona. Siì sempre pronta a contattare le autorità in caso di emergenza.

Usa due cellulari
Uno solo per te e uno per raccogliere sms/chiamate dello stalker. Non rispondere mai alle sue telefonate: se rispondi lo confermi nella sua persecuzione.

Non scappare a casa
Lo stalker sa dove abiti e conosce i tuoi orari; se ti pedina, contatta le forze dell'ordine o recati personalmente in questura, ma non andare a casa tua.

Raccogli le prove
Diventa il detective di te stessa: lo stalking e' un reato e spetta a te raccogliere e conservare ogni prova del reato, biglietti, sms, mail. Con queste prove puoi ottenere l'ammonimento giudiziario dello stalker che ti perseguita.

Per ulteriori informazioni, visitare il sito www.stopstalking.it


Sportello Stop Stalking Milano
presso A.O. Niguarda Ca'Granda
Piazza Ospedale Maggiore, 3
20162 Milano
Telefono: 02 366 688

Sportello Stop Stalking Lecco
presso Ospedale di Lecco
Via dell’Eremo, 9/11
23900 Lecco
Telefono: 0341 086 888